Sentieri

Dispersa fra sentieri

appena intravisti,

curiosità dissolte

nell’indifferenza,

forme passeggere

nella mente, chiusa

vivo in un cerchio

che esclude ogni altra

luce.

Annunci

Le mie parole

Le mie parole

sono porte socchiuse

sulla mia stanza

disordinata:

fra i miei pensieri

troverete qualcosa

di vostro, magari ignoto,

e mi lascerete frammenti

di vita.   Forse

una vostra porta

socchiuderete.

Tempesta

E fino a quando

non è scoppiata la tempesta,

non sapevo di essere

una nuvola scura fra altre,

preda inconsapevole

di interne correnti

ed incontrollabili scontri

nei cieli in tumulto.

Spunti da una poesia di Emily Dickinson

Non troverò più mari

“rive di altri mari”,

dove disperdere

in veloci correnti

e bianche increspature,

le gocce di quella vita

che ora brucia rinchiusa

nella solida pietra,

infrangibile statua

dell’individuo.

 

 

 

Poesia di Emily Dickinson

Come se il mare si dovesse aprire

mostrando un altro mare –

e quello – un altro – e i tre

non fossero che annuncio –

di epoche di mari –

non raggiunti da rive –

mari che sono rive di se stessi –

l’eternità – è così –

Un’altra poesia di Emily Dickinson

Oltre il recinto –

Fragole – mature –

Oltre il recinto –

Potrei arrampicarmi – se ci provassi, lo so –

Le bacche sono deliziose!

 

Ma – se macchiassi il mio Grembiule –

Dio certamente mi sgriderebbe!

Ma no! – credo che se fosse un Ragazzo –

Lui – si arrampicherebbe – se potesse!

Una poesia di Emily Dickinson

Il Cuore chiede il Piacere – dapprima –

E poi – l’Esenzione dalla Pena –

E poi – quei piccoli Lenimenti

Che attenuano la sofferenza –

E poi – addormentarsi –

E poi – se questa fosse

La volontà del suo Inquisitore –

Il privilegio di morire.

da Osip Ėmil’evič Mandel’štam

    Per qualche tempo

    ancora proverò

    meraviglia

    del mondo, dei bambini

    e della neve,

    ma come una strada è

    aperto il mio sorriso,

    non docile, non servo.

 

Questa poesia è stata scritta o rielaborata alla vigilia della sua deportazione in Siberia.

 

 

Una poesia di Osip Ėmil’evič Mandel’štam

Un vento nero fa frusciare le foglie

che respirano confuse

e una rondine, tremando,

nel cielo oscuro traccia un cerchio.

Il crepuscolo che avanza

discutendo in silenzio

nel mio cuore tenero e morente

con il raggio che per ultimo sparisce.

E sopra il bosco quando fa sera

s’alza una luna di rame;

perché mai così poca musica,

perché mai un tale silenzio?

da Kamen    (La pietra)

tre navate

Dal blog di Marina

poesie e altro

La mia anima ha dentro tre navate:
la figura di un Cristo immobile
pende al centro, l’organo spande
vibrazioni armoniose –
lenta e densa la musica cola
nello stampo del vuoto, splende il buio
le arcate
sfondano l’abside

View original post

AlberiEsperti

Perché si fa presto a dire alberi ....

La Lettrice Assorta

"Non ci sono libri morali o immorali. Ci sono libri scritti bene e scritti male" (Oscar Wilde)

Marmellata di pensieri

Cosa dice la mia testa

NIENTE PANICO

procedete guardinghi perché non conoscete il vero volto delle cose che vi circondano

Bibliostoria

Novità in biblioteca, eventi e risorse web interessanti per la storia

Gallery15

#gallery15blog

Rupestreblog

∃x(φ)

Sergio M. Ottaiano

Scrittore indipendente

Dolce ma...Croccante!

Quando la passione incontra la creatività si dà vita a qualcosa di straordinario.

Il padiglione d'oro

... è sempre un qualche meraviglioso silenzio che porge alla vita il minuscolo o enorme boato di ciò che poi diventerà inamovibile ricordo ... (A. Baricco)

Seidicente

Possiedo sogni e ragione

F.C. confidenziale

"Venite in disparte, voi soli, in un luogo deserto, e riposatevi un po'" [Marco 6, 31]

Sourtoe Cocktail Club

qui si beve di tutto: servitevi !!!

Interno Poesia

Blog e progetto editoriale di poesia

Il Canto delle Muse

Se ho provato momenti di entusiasmo, li devo all'arte; eppure, quanta vanità in essa! voler raffigurare l'uomo in un blocco di pietra o l'anima attraverso le parole, i sentimenti con dei suoni e la natura su una tela verniciata. Gustave Flaubert

Briciolanellatte Weblog

Navigare con attenzione, il blog si sbriciola facilmente

LA LOCANDA DELLE PAROLE

scrittura in versi e in prosa

agenda19892010

The value of those societies in which the capitalist mode of production prevails, present itself as "an immense accumulation of commodities", its unit being a single commodity --- Karl Marx

la Ciarla

a cura di Giovanni Pistolato

RUMORE D'ACQUA

Haiku e poesia di ispirazione orientale

poesie e altro

l'archivio delle parole in fila - zattera trasparente